Come é stata attuata in Italia la Direttiva RAEE 2 ? Peculiarità italiane, problemi e criticità

Avv. Maurizio Iorio ©            

Con il Decreto Legislativo n. 49 del 14.03.2014 l’ Italia, prima di tutti gli altri Stati Membri della UE salvo il Regno Unito, ha attuato la Direttiva 2012/19/UE sui rifiuti di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche (Direttiva RAEE 2 ) : in questo documento esaminiamo in modo semplice e piano alcuni tratti salienti della disciplina che emerge da tale importante evoluzione legislativa, con un occhio particolare alle peculiarità italiane ed alle criticità per i produttori.


La legge italiana di attuazione della D. RAEE 2 , il cui impianto generale è piuttosto equilibrato ma non esente da critiche e criticità, traduce nel nostro sistema, con alcune peculiarità nazionali, soprattutto in tema di finanziamento della raccolta primaria, la nuova normativa europea in materia di raccolta e gestione dei RAEE; essa incide necessariamente, in prima battuta, nelle tasche dei produttori, ma anche in quelle dei distributori ed in definitiva in quelle dei consumatori.

 

 DOWNLOAD DOCUMENTO